• Home
  • La struttura della Basilica di Santa Chiara

La struttura della Basilica di Santa Chiara

basilica santa chiara

La struttura della Basilica di Santa Chiara è analoga alla Basilica Superiore di San Francesco, ma è di dimensioni più ridotte. All’esterno i poderosi archi rampanti, ben evidenti lungo la parete sinistra (ma presenti anche sulla destra, occultati dalla costruzione del monastero), danno alla Basilica una configurazione del tutto particolare. La semplice facciata, come del resto tutto il corpo della Basilica, si presenta a fasce orizzontali bianche e rosa in pietra del monte Subasio. All’interno, sulla destra vi è la Cappella di San Giorgio, dove è conservato il Crocifisso di San Damiano, con affreschi di Puccio Capanna e di altri autori delle scuole di Giotto e Lorenzetti, mentre sulla parete sinistra, verso il presbiterio, si trova la Cappella di Sant’Agnese, ove è custodito il Ss.mo Sacramento. L’altare maggiore è sovrastato dal grande Crocifisso, attribuito al “Maestro di Santa Chiara”, autore anche delle tavole che si trovano nel transetto: la Tavola di Santa Chiara, in cui la santa campeggia al centro, attorniata dalla riproduzione di alcune scene della sua vita, e la bizantineggiante Tavola della Madonna della Cortina. Sempre nel transetto, un prezioso affresco del XIV secolo, rappresentante la Natività. Sopra l’altare, nelle volte a crociera, si trovano altri affreschi che ricordano le vele della Chiesa inferiore della Basilica di San Francesco. Le spoglie della santa si trovano nella cripta, costruita nella seconda metà dell’800 e ristrutturata nel 1934 in forme neogotiche.

< Torna indietro

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.