Area Notizie

Sabato 29 agosto 2020, dopo un anno di conoscenza, prova e formazione, 11 novizi provenienti dall'Italia e dalla Croazia hanno emesso la professione religiosa, indossando l’abito francescano.

Ha presieduto la celebrazione eucaristica, svoltasi nella chiesa inferiore della Basilica, il Custode fra Mauro Gambetti, che ha concluso l'omelia con queste parole:

"Con la professione religiosa, state per fare una compiuta professione di fede: il Signore è la mia salvezza! È la professione di fede di Francesco, che non a caso firma con un tau. Come non è un caso che il nostro signum magnum sia l’abito a forma di croce che indossiamo. Siamo rivestiti della croce di Cristo, che continua a ripeterci: io sono con te per salvarti. Non temere! Ricordatevelo. Per sempre.

Con la professione religiosa ricevete anche il mandato di offrire al mondo la vostra bella testimonianza, come è detto nel Salmo: La mia bocca Signore, racconterà la tua salvezza. È la testimonianza, somma, di Giovanni Battista. Il suo martirio appare di una crudezza e, a un tempo, di una leggerezza che sembrano banalizzare la vita e la morte. Ma, forse proprio per questo, lui ci aiuta a comprendere il mandato che Dio affida alla vita religiosa in modo singolare: testimoniare che l’amore di Dio è sopra ogni cosa e ricomprende ogni cosa. È anche la testimonianza di Francesco – al battesimo Giovanni –, che i biografi descrivono come un altro Giovanni Battista.

È la testimonianza richiesta anche a noi. La nostra vita di consacrati ha senso solo se è exemplum (etim. “tratto fuori”) di tale verità di fede: una manifestazione esemplare, cioè chiaramente esplicativa dell’amore di Dio. In noi, il popolo di Dio non vuol vedere degli uomini fenomenali, prestanti e con qualità eccelse. Attraverso di noi la gente si aspetta di vedere l’azione amorevole di Dio, la sua prossimità all’uomo, povero e umile, mai abbandonato, ma, anzi, salvato. Unificati nel cuore, nell’animo e nel corpo intorno a Gesù, ci è chiesto di essere vicini a ogni fratello e a ogni sorella. Vi è chiesta questa testimonianza. Il resto non ci interessa.

A qualunque costo e nonostante tutti quelli che intorno a voi si opporranno, siate per sempre autentici frati minori e anche noi, insieme a Francesco, ne gioiremo. Grazie!"