Area notizie

Memoria della Passione di Cristo e delle Stimmate di San Francesco - Ogni venerdì di Quaresima alle 18.30 (tranne il 1 marzo e l'8 aprile alle 19.00) nella Chiesa inferiore di San Francesco d’Assisi si celebra tradizionalmente il rito della “Corda Pia”: l'espressione latina significa “i cuori devoti” ed è tratta dalle prime due parole dell'inno di apertura: “Corda pia inflammatur, dum Francisci celebrantur, stigmatum insignia”.

Si tratta di una antica devozione francescana, il cui testo venne composto dal Servo di Dio fra' Filippo Gesualdi da Castrovillari, Ministro Generale dell'Ordine dal 1593 al 1602 e poi vescovo di Cariati. I frati e i fedeli sono invitati a soffermarsi sulla meditazione del mistero della passione e morte di Cristo in croce, accostato alla compassio della Vergine Addolorata e alla passione vissuta da San Francesco nell'impressione delle stimmate sul monte de La Verna. Canti, letture, salmi e preghiere guidano a contemplare e ad unirsi alle sofferenze patite da Cristo nella sua Passione, come vi si è unito Francesco d'Assisi.
Nella suggestiva celebrazione quaresimale vengono contemplate con commozione in modo particolare le cinque piaghe del Crocifisso e le cinque stimmate impresse nel corpo del Serafico Padre. Il riferimento biblico di questa originale devozione francescana è tratto dalla Prima Lettera di San Pietro apostolo (2,24):

Dalle sue ferite voi siete stati guariti
.