Il grande mistero dell'annunciazione a Maria, inizio del disegno divino della redenzione dell'uomo, è stato raffigurato per ben cinque volte dagli artisti che si sono susseguiti nel tempo nella decorazione della Basilica di Assisi.

§ I maestri germanici che verso la metà del XIII secolo realizzano le vetrate della chiesa superiore vi inseriscono anche l'annuncio a Maria a confronto con le profezia bibliche.

§ Verso la fine dello stesso secolo Cimabue lo dipinge tra le storie mariane nella tribuna centrale sempre della chiesa superiore, in cui l'altare maggiore è dedicato a Maria.

§ Circa dieci anni dopo Iacopo Torriti inserisce la scena anche nel ciclo iconografico della parete superiore della navata centrale della stessa chiesa, in cui intende far risaltare la concordanza tra vecchio e nuovo Testamento e la vita di Francesco.

§ All'inizio del secolo successivo, attorno al 1310, un collaboratore di Giotto coinvolto nella realizzazione delle storie dell'infanzia di Cristo affresca l'annunciazione sulla testata del transetto nord della chiesa inferiore (nella foto, un particolare).

§ Infine negli anni '40 del Seicento Cesare Sermei propone anche nella chiesa inferiore, in un affresco accanto all'ingresso, un confronto tra l'annuncio della nascita di Cristo e l'annuncio della nascita di Francesco.